• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
Consultazione Archivi

Parere della Prefettura di Milano sull'attività delle Scuole di Lingue

 

In data odierna abbiamo chiesto alla Prefettura di Milano il parere circa la possibilità – per le imprese commerciali che erogano Corsi di Lingua (Codice Ateco 85.59.30) – di poter continuare a svolgere la propria attività e quindi ad erogare i propri servizi in presenza, nel rispetto di tutte le norme anti-Covid e in osservanza alle disposizione del DPCM 3 dicembre 2020.

La Prefettura ha dato la seguente risposta: “considerato che ai sensi del combinato disposto dell’art. 1, comma 9, lett. f) e s), “sono sospese le attività dei centri culturali, sociali e ricreativi” e “i corsi di formazione pubblici e privati possono svolgersi solo con modalità a distanza”, sembra che le attività in argomento debbano ritenersi sospese, fatti salvi eventuali chiarimenti del Governo.

Peraltro, in virtù della previsione dell’art. 1, comma 9, lett. c) del DPCM del 3 dicembre 2020, che consente “l’accesso di bambini e ragazzi a luoghi destinati allo svolgimento di attività ludiche, ricreative ed educative, anche non formali, al chiuso o all’aria aperta, con l’ausilio di operatori cui affidarli in custodia e con obbligo di adottare appositi protocolli di sicurezza predisposti in conformità alle linee guida del Dipartimento per le politiche della famiglia di cui all'allegato 8”, si ritiene che le attività rivolte a bambini e ragazzi (delle scuole elementari e medie inferiori che si svolgono in presenza), ove abbiano carattere ludico ricreativo, possano proseguire.

 

 

 

Data ultimo aggiornamento: 10/12/20
Categoria: News
Tipologia: Dalle associazioni